tunisi1

Linc #10

http://www.qcodemag.it/2017/01/28/tunisia-le-mobilitazioni-del-gennaio-2017-nei-cicli-di-lotta-storici/

All’interno di un’analisi dei movimenti di lotta che animano la vita politica tunisina degli ultimi anni, forse costituenti di una delle più autentiche “primavere arabe”, importanti cenni storici sulla storia sociale e politica della Tunisia // insomma, come dire: com’è che non abbiamo gli occhi puntati sulla Tunisia? E’ un paese in cui pare molto chiara la contrapposizione tra sinistra e islamismo nel contendersi il favore delle masse e interpretare il sentimento “anti-politico” che queste esprimono, almeno quanto da noi è chiara la contrapposizione tra sinistra e “populismi” (mi si passi il grossolano parallelo, dai); un paese in cui vi è una forte crisi dei sindacati e dei partiti in particolare nella capacità aggregativa e organizzativa di lotta politica con conseguente sviluppo di forme autorganizzate e/o individuali; un paese in cui è in atto una precarizzazione del lavoro fortissima…insomma: gli ormai flebili e sparuti slanci internazionalisti delle moribonde sinistre europee, non dovrebbero rivolgersi un po’ di più -anche- a questa realtà? Ok il Rojava, ci mancherebbe: non ho nulla contro l’interesse alla realtà curda, anzi, ma sebbene mi guardi bene dal far classifiche, mi sembra che a volte si trascurino i fratelli nel volgersi ai cugini…

0

I commenti sono chiusi.

Tags: , , , ,